Riteg Bank Web, software di verifica usura mutuo

Riteg Bank Web - software anatocismo usura per mutui. Verifica usura contrattuale o originaria e sopravvenuta

Il software Riteg Bank consente l’analisi dei rapporti a rimborso rateale come Mutuo, Finanziamento, Prestito. In questa pagina forniamo una guida sulle principali funzioni e modalità di utilizzo del software per verificare la presenza di usura sopravvenuta mediante il calcolo del TEG applicato alle rate e la verifica di usura originaria tramite il calcolo del TAEG da piano di ammortamento.

Inserendo i dati rilevabili dal contratto come i pagamenti effettuati e gli oneri connessi all’erogazione del credito sarà possibile stilare il piano di ammortamento sul quale determinare il TAEG al fine di verificare l’usura originaria mediante la comparazione con il tasso soglia usura.

Oltre al TAEG è possibile determinare il TEG applicato ai singoli pagamenti delle rate. Anche in questo caso mediante il raffronto con i tassi soglia usura sarà possibile verificare eventuali superamenti dei limiti di legge e stabilire se vi è usura sopravvenuta.

Riteg Bank Web è in grado di determinare anche il saldo finale dare/avere tra le parti considerando il piano di ammortamento redatto, i pagamenti sostenuti dal mutuatario e gli eventuali interessi di mora prodotti da rate impagate, pagate parzialmente, pagate successivamente alla naturale scadenza.

Una ulteriore funzionalità del software è quella relativa al calcolo dell’anatocismo prodotto dall’ammortamento alla francese che, notoriamente, produce di per sé interessi anatocistici.

Tutte questa funzionalità trovano un nutrito riscontro tra CTP,CTU e professionisti del contenzioso nell’ambito bancario a cui vengono sottoposti quesiti inerenti l’usura originaria e l’usura sopravvenuta.

Nel link di seguito è possibile consultare un pratico esempio di come è possibile rispondere a questa tipologia di questi grazie all’utilizzo delle funzioni di calcolo del TAEG.

In questo caso specifico è stata riscontrato un superamento del TEAG rispetto al TAN sottoscritto. Successivamente si è provveduto a redigere un nuovo ammortamento mediante l’utilizzo dei tassi BOT minimi

Qui il link all’esempio: https://www.calcoloanatocismousura.it/taeg-piano-ammortamento/

Software anatocismo e usura Ritg Bank Web per conti correnti, mutui e leasing

Quali tipologie di mutuo è possibile analizzare?

Il software permette di analizzare:

  • Mutui
  • Mutuo ipotecario
  • Prestiti
  • Finanziamenti
  • Finanziamento chirografario
Software anatocismo e usura Ritg Bank Web per conti correnti, mutui e leasing
Riteg Bank Web - Mutuo usura originaria e usura sopravvenuta

Calcolo TAEG (usura originaria) e TEG (usura sopravvenuta)

Per la verifica dell’usura è necessario effettuare l’inserimento dei dati base relativi al contratto di mutuo e di tutti i pagamenti effettuati, scomponendoli in quota capitale, quota interessi, spese ed interessi di mora.

Dopo l’inserimento dei dati base si potrà procedere ad effettuare tutte le tipologie di calcolo inerenti il piano di ammortamento, con la relativa verifica dell’anatocismo prodotto, del calcolo del saldo dare/avere con gli eventuali interessi di mora, se dovuti.

Inserimento Dati

Il software anatocismo e usura Riteg Bank è stato sviluppato con l’ottica di eccellere non solo per l’affidabilità degli algoritmi di calcolo di anatocismo ed usura ma anche per la velocità di inserimento dati, elemento cardine per l’ottimizzazione del tempo di lavorazione di una pratica. Grazie ad automatismi e codifiche, il software memorizza alcuni parametri come l’anno o il mese ed offre una serie di descrizioni predefinite che possono essere personalizzate a scelta dell’operatore e riutilizzate attraverso scorciatoie da tastiera.

I dati base, necessari per sviluppare le elaborazioni sono:

  • Capitale da ammortizzare → È il capitale erogato da ammortizzare
  • Periodicità → Indica la periodicità delle rate, ossia mensile, bimestrale, trimestrale, semestrale, annuale.
  • Numero rate → È il numero di rate di ammortamento previste da contratto
  • Tipologia anno → Indicare se per il calcolo degli interessi, e della rata, bisogna considerare l’anno civile o commerciale
  • Tipologia rapporto → Selezionare la tipologia di rapporto bancario, ossia se si tratta di un mutuo o di un finanziamento
  • Data erogazione → È la data di erogazione del capitale, giorno da cui decorre il conteggio degli interessi
  • Data scadenza prima rata → Indicare la data in cui scade la prima rata di ammortamento
  • Spese incasso → Impostare il valore corrisposto a titolo di spese di incasso per ogni singola rata
  • Estinzione anticipata → Selezionare il valore “si” o “no”
  • Data estinzione → In presenza di estinzione anticipata è necessario specificare la nuova data di estinzione del debito
  • Penale → Nel caso in cui il rapporto viene estinto in maniera anticipata è possibile impostare un valore percentuale di penale da applicare al debitor residuo
  • Preammortamento → Selezionare il valore “si” o “no”. Nel caso in cui venga selezionato si, sarà possibile inserire le rate di preammortamento specificando semplicemente, per ogni rata, la data ed il tasso di preammortamento nella funzione “Preammortamenti” del menu.
  • Tipologia anno → Specificare se il preammortamento prevede l’anno civile o commerciale per il conteggio degli interessi
  • Importo rata → È possibile impostare un valore fisso per il calcolo della rata
  • Importo maxi rata → Nel caso in cui il rapporto sia un finanziamento è possibile impostare un valore di maxi rata finale.
  • Rata a capitale costante → Specificare se le rate presenti nel piano avranno una quota capitale costante o variabile
  • Data stipula contratto → Specifica la data in cui contratto viene stipulato. Il presente valore è determinante ai fini del raffronto del TAEG
  • Tasso indicato alla stipula contratto → Impostare il TAN indicato

Preammortamenti

Accedendo alla funzione Preammortamenti sarà possibile inserire i tassi relativi alle rate di preammortamento. Per ogni rata di preammortamento prevista sarà necessario effettuare un inserimento relativo ai seguenti dati:

  • Data Rata → È la data di scadenza della rata di preammortamento
  • Tasso → È il tasso al quale calcolare gli interessi

Oneri 

La funzione oneri permette di inserire tutti gli oneri, spese e commissioni sostenute dal mutuatario collegate all’erogazione del credito. Questi importi incideranno ai fini del calcolo del TAEg e alla verifica dell’usura originaria: 

  • Data È la data i cui viene sostenuta la remunerazione 
  • ImportoIncida l’importo corrisposto 
  • DescrizioneÈ la descrizione dell’importo sostenuto 

Pagamenti del mutuo

Accedendo alla funzione Pagamenti sarà possibile inserire i pagamenti sostenuti periodicamente dal mutuatario. L’inserimento dei pagamenti è necessario ai fini del calcolo del saldo finale del mutuo. Inserendo la scomposizione del pagamento in quota capitale, quota interessi, commissioni e spese sarà possibile calcolare il tasso usura TEG e verificare quindi l’usura sopravvenuta. I dati da inserire sono: 

  • Data Rata → È la data di scadenza della rata 
  • Data Pagamento → È la data in cui viene effettuato il pagamento, in genere coincide con la data della rata 
  • Pagamento → Importo pagato 
  • Capitale → Quota del pagamento relativa al capitale 
  • Interessi → Quota del pagamento relativa agli interessi 
  • Mora → Importo pagato a titolo di mora 
  • Spese → Importo corrisposto per spese generiche (NON rientrano nel calcolo del TEG) 
  • Spese 644 c.p. → Importo corrisposto per spese collegate all’erogazione del credito (RIENTRANO nel calcolo del TEG). 

Tassi Corrispettivi 

L’inserimento dei tassi corrispettivi  è necessario per stilare il piano di ammortamento. È possibile inserire i tassi manualmente oppure è disponibile la funzione di importazione dei tassi qual’ora il rapporto preveda tassi noti come ad esempio Euribor 360/365  1 – 3 – 6 mesi. Una volta importati o inseriti i tassi è possibile applicare automaticamente lo spread indicando un indice di incremento. I dati relativi all’inserimento dei tassi sono:

  • Data → È la data di decorrenza del tasso 
  • Tasso → È il tasso da applicare nella data inserita 
  • DescrizioneSpecifica della descrizione del tasso 

Tassi di Mora

L’inserimento dei tassi di mora consente di determinare gli interessi di mora, SULLA SOLA QUOTA CAPITALE RESIDUA e non sull’intero debito, escludendo così la quota interessi e quindi escludendo gli  interessi anatocistici. I dati relativi all’inserimento dei tassi di mora sono:

  • Data → È la data di decorrenza del tasso 
  • Tasso → È il tasso da applicare nella data inserita 
  • DescrizioneSpecifica della descrizione del tasso

È possibile effettuare direttamente l’importazione dei tassi corrispettivi ed aggiungere un ulteriore margine di spread 

Analisi del Rapporto 

Una volta inseriti i dati relativi al rapporto in esame procediamo generando il piano di ammortamento cliccando sul tasto “Genera piano di ammortamento”. Una volta generato il piano si attiveranno una serie di tasti e di menù che consentiranno il calcolo dl saldo oppure la verifica dell’usura mediante il calcolo dl TAEG per quella originaria, del TEG per quella sopravvenuta 

Calcolo del saldo

Cliccando sul tasto “Calcola Saldo” il software automaticamente effettuerà una comparazione tra le rate presenti nel piano di ammortamento ed i pagamenti sostenuti. Nel caso in cui i pagamenti corrisponderanno alle rate previste dal piano, sia in termini di date che di importi il saldo finale sarà 0, altrimenti per tutte le rate pagate parzialmente o in ritardo o sia parzialmente che in ritardo verranno determinati i relativi interessi di mora, prendendo in considerazione la sola sorte capitale escludendo così l’anatocismo. 

Calcolo Usura (TEG / TAEG) 

Cliccando sul tasto “Calcolo Usura” sarà possibile calcolare il TEG per verificare l’usura sopravvenuta durante l svolgimento del rapporto oppure il TAEG per verificare l’usura originaria e quindi contrattuale.
Procediamo impostando i tassi soglia per effettuare la comparazione e quindi stabilire se vi è un superamento dei limiti di legge. 

Fatto ciò possiamo selezionare uno dei tasti: 

  • Calcola TEG 
  • Calcola TAEG Ammortamento  
  • Calcola TAEG Ammortamento al tasso sottoscritto 

Calcolo TEG

Cliccando sul tasto “Calcolo TEG” il software provvederà ad effettuare il calcolo del TEG applicato ai singoli pagamenti mediante l’utilizzo della formula della matematica finanziaria.
È possibile raffrontare il TEG calcolato considerando interessi e spese, ed il TEG calcolato considerando interessi, spese e mora. 

Calcola TAEG Ammortamento 

Cliccando sul tasto “Calcolo TAEG Ammortamento” il software determinerà il TAEG derivante dal piano di ammortamento generato con i tassi corrispettivi inseriti in fase di inserimento dati.

Calcola TAEG Ammortamento al tasso sottoscritto

Cliccando sul tasto “Calcolo TAEG Ammortamento al tasso sottoscritto” il software determinerà il TAEG derivante dal piano di ammortamento stilato con un unico tasso, quello base previsto nel contratto.

Software anatocismo e usura Ritg Bank Web per conti correnti, mutui e leasing
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com