Verifica e calcolo del TAEG. Rideterminazione del piano di ammortamento

Le certificazioni di Riteg Bank WebVerifica del TAEG/ISC e rideterminazione del piano di ammortamento

Quesito inerente i mutui. Ricostruzione del piano di ammortamento e verifica dell'usura originaria mediante calcolo del TAEG

  • 1. Determinare il TAEG/ISC del contratto di mutuo oggetto di controversia, utilizzando a tal fine le istruzioni dettate dalla Banca d’Italia.

  • 2. Raffrontare il TAEG/ISC determinato dal CTU con il TAEG/ISC ricavabile dal contratto. Nel caso in cui vi siano differenze significative, predisporre un nuovo piano di ammortamento considerando i tassi sostitutivi di cui all’art. 117 TUB (bot minimi) determinando la eventuale quota di interessi.

Risposte al quesito peritale

Punto 1: “Determinare il TAEG/ISC del contratto di mutuo oggetto di controversia, utilizzando a tal fine le istruzioni dettate dalla Banca d’Italia.

Per rispondere al punto 1 del quesito è stato effettuato il calcolo del TAEG applicato al piano di ammortamento prodotto rilevando le condizioni sottoscritte. Come da quesito il TAEG è stato determinato facendo riferimento a quanto riportato nelle istruzioni della Banca d’Italia.

Formula calcolo TAEG

Dopo aver stilato il piano di ammortamento prendendo in considerazione i dati riportati nel contratto, si è proceduto con l’elaborazione calcolando il TAEG.

Dati base del mutuo riportati in contrattoPiano di ammortamentoCalcolo TAEG
(Senza Oneri)
Calcolo TAEG
(Con Oneri)

 Dati contrattoPiano di ammortamentoCalcolo del TAEG applicato al piano di ammortamentoCalcolo del TAEG con Oneri

Punto 2: “Raffrontare il TAEG/ISC determinato dal CTU con il TAEG/ISC ricavabile dal contratto. Nel caso in cui vi siano differenze significative, predisporre un nuovo piano di ammortamento considerando i tassi sostitutivi di cui all’art. 117 TUB (bot minimi) determinando la eventuale quota di interessi.”

Per rispondere al punto 2 del quesito è stato effettuato il calcolo del TAEG da quale si evince l’applicazione di un tasso annuo effettivo globale superiore al tasso sottoscritto.
Al fine di fugare ogni dubbio si è proceduto ad effettuare due calcoli, il primo escludendo gli oneri, il secondo includendo gli oneri.
Gli oneri presi in considerazione ammontano ad Euro 2.500,00 corrisposti per “istruzione pratica”.

Tasso annuo nominale sottoscritto (TAN): 8,000%

TAEG applicato senza oneri: 8,300%

TAEG applicato con oneri: 8,601%

Come richiesto nel punto 2 del quesito si è provveduto a stilare un nuovo piano di ammortamento sostituendo il tasso nominale dell’8,000%, come previsto da contratto, con il tasso bot minimo. Il quesito parla di “tassi sostitutivi”, tuttavia al fine di rispettare quanto riportato nel contratto si è provveduto alla sostituzione del tasso al 01/01/2010 producendo un nuovo piano di ammortamento a tasso fisso.

Piano di ammortamentoQuota interessi del piano di ammortamento
Nuovo piano di ammortamento stilato al asso BOTRilevazione della nuova quota interessi
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com